Tabaccaio ucciso a coltellate a Sant'Antonino di Susa

Ivan Versino è stato ucciso dal suo ex socio in affari. Il killer secondo la stampa locale è stato salvato dal linciaggio della folla.

Un tabaccaio di 35 anni è stato ucciso a coltellate oggi a Sant'Antonino (Torino), in bassa Val di Susa. La vittima, Ivan Versino, è stata colpita a morte in strada, in via Maisonetta, al culmine di una lite. I carabinieri poco dopo hanno arrestato il presunto colpevole, Luca Genovese, di 60 anni, salvandolo dalla rabbia della folla. L’omicidio è avvenuto nel pieno centro di San’Antonino poco prima dell’una, sotto gli occhi di diversi testimoni.

Versino sarebbe stato colpito da due fendenti al torace che non gli hanno lasciato scampo. Quando insieme ai carabinieri è arrivato il 118 per lui non c’era già più nulla da fare.
 
Secondo quanto raccontato dai testimoni Versino e il killer avrebbero iniziato a litigare nella tabaccheria gestita dal 35enne finché quest’ultimo non è stato costretto a fuggire dal locale inseguito da Genovese armato di coltello. Una volta raggiunto, Versino è stato accoltellato sotto lo sguardo pietrificato della gente che a quell’ora ancora affollava il centro e che impotente ha sentito implorare il tabaccaio di non ucciderlo. L’aggressore è l’ex socio in affari della vittima, la tabaccheria era gestita da tutt'e due fino a qualche tempo fa.

Il sindaco del comune valsusino Antonio Ferrentino ha raccontato come ha appreso dell’omicidio:

"È venuto a chiamarmi impaurito un ragazzino, dentro il municipio sono subito sceso in strada e ho visto il corpo della vittima”.

Ivan Versino, era residente nella vicina Villarfocchiardo, a Sant'Antonino di Susa aveva la tabaccheria. Secondo le prime indagini Genovese, che è in "stato di choc" e non ha ancora fatto nessuna ammissione, doveva alcune migliaia di euro al suo ex socio, il movente dell’omicidio secondo gli investigatori sarebbe di tipo economico.

omicidio Tabaccaio val di susa

(Nel video in alto: uccise ladro in fuga, tabaccaio condannato - Latina, maggio 2010)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail