'Ndrangheta: 13 arresti clan Arena e Nicoscia per infiltrazioni in Emilia Romagna

Sette arrestati sono finiti in carcere, sei ai domiciliari; colpo ai clan Arena e Nicoscia di Isola Capo Rizzuto (Crotone).

Sono in tutto 13 gli arresti eseguiti questa mattina in una operazione antimafia dei carabinieri contro l'infiltrazione delle cosche di ndrangheta del crotonese in Emilia-Romagna.

In manette sarebbero finite persone contigue ai potenti clan Arena e Nicoscia di Isola Capo Rizzuto (KR). Secondo gli inquirenti gli arrestati avrebbero intestato in modo illecito e fittizio a dei prestanome società, beni mobili ed immobili reinvestendo e riciclando così i capitali frutto di attività illegali.

Contestualmente agli arresti, 7 in carcere e 6 ai domiciliari, i carabinieri hanno sequestrato beni per circa di 13 milioni di euro ed eseguito una trentina di perquisizioni domiciliari.

Il blitz è stato messo a segno dai militari dell'Arma dei nuclei investigativi di Bologna, Reggio Emilia e Modena e del comando provinciale di Crotone. Gli arresti sono stati eseguiti nella provincia calabrese e nei citati capoluoghi emiliano-romagnoli.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip di Bologa su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda). Oltre 250 i carabinieri impegnati nel blitz, con l'ausilio di unità cinofile ed elicotteri.

(Nel video in alto: arrestato il latitante Fabrizio Arena, presunto reggente del clan - maggio 2010)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail