Roma, giovane pakistana rapita per un matrimonio combinato: un arresto

Le autorità stanno lavorando senza sosta per rintracciare la giovanissima e riportarla in Italia, ma al momento non sono stati fatti dei progressi.

Era svanita nel nulla nel novembre scorso e la sua famiglia aveva denunciato subito la vicenda alle autorità. Ora si è scoperto che la giovanissima ragazza pakistana scomparsa da Ariccia, alle porte di Roma, era stata rapita e portata in Pakistan per un matrimonio combinato.

La 16enne risulta ancora irreperibile, ma l’uomo coinvolto nel rapimento è stato bloccato in queste ore al suo rientro in Italia: si tratta di un uomo di origini pakistane residente a Zagarolo, in provincia di Roma, riuscito a falsificare il passaporto della minorenne all’insaputa della famiglia e a portare la 16enne in Pakistan per darla in sposa a un uomo a cui era stata promessa in moglie.

La cerimonia si è svolta. Nel bagaglio di proprietà dell’uomo, infatti, gli agenti hanno rinvenuto non soltanto le copie dei documenti personali della minorenne, risultati falsificati, ma anche il certificato di matrimonio contratto dalla giovanissima in Pakistan nel novembre dello scorso anno.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di sottrazione e trattenimento di minore all'estero senza il consenso dei genitori e condotto nel carcere di Civitavecchia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Della giovane, però, non si hanno ancora notizie. Le autorità stanno lavorando senza sosta per rintracciarla e riportarla in Italia, ma al momento non sono stati fatti dei progressi.

PAKISTAN-SOCIETY-WEDDING

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail