Camorra, estorsioni a Mondragone: 12 arresti (VIDEO)

Il gruppo mafioso sarebbe riuscito a ottenere polizze assicurative per auto e moto gratuitamente e avrebbe richiesto tangenti per l'apertura di nuove attività.

Dodici persone sono finite in manette tra il comune campano di Mondragone e dintorni al termine di un’indagine, avviata nel 2012, che ha permesso agli inquirenti di ricostruire un’illecita attività estorsiva condotta da esponenti del clan Gagliardi-Fragnoli, attivo proprio nell’area di Mondragone.

Fondamentale per le indagini, e per la riuscita dell’operazione, è stata la collaborazione di due delle vittime, un agente assicurativo e un commerciante d’abbigliamento, che si sono ribellate alla richieste del clan e hanno chiesto l’aiuto delle autorità.

Il gruppo mafioso, secondo quanto ricostruito, sarebbe riuscito a ottenere polizze assicurative per auto e moto gratuitamente e avrebbe richiesto tangenti per l'apertura di nuove attività economiche grazie a minacce e, in alcuni casi, all’uso di armi da fuoco, come mostrato nel video rilasciato dalle forze dell’ordine.

I destinatari dei provvedimenti sono stati: Salvatore Aliberti, Rita Caramanica, Giovanni Cascarino, Tommaso Della Valle, Antonio Gallo, Donatella Licheri, Antonio Miragli, Antonio Razza, Achille Pagliuca, Vincenzo Palumbo, Alessandro Sbordone, Antonio Sciaudone, Vincenzo Somma, Anna Somma e Antimo Verde.

Nove di loro sono finiti in carcere, tre agli arresti domiciliari e per tre di loro, invece, è stato deciso il divieto di dimora nella regione Campania.

Le accuse contestate, a vario titolo, sono lesioni personali, danneggiamento, estorsione, detenzione e porto in luogo pubblico di armi da fuoco, con l'aggravante del metodo mafioso.

Sequestro di beni a Casal di Principe

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail