Nuovi dettagli sul massacro dello Shropshire: Christopher Foster e la famiglia inceneriti o in fuga?

Christopher Foster

Ieri vi avevamo raccontato del massacro dello Shropshire: una specie di film dell'orrore nella campagna inglese, peccato che fosse tutto vero. Ora ci sono nuovi dettagli su questa vicenda che nel Regno Unito sta facendo parecchio rumore, mentre in Italia quasi nessuno si fila di striscio.

Prima cosa: Christopher Foster, il cinquantenne capofamiglia miliardario - indebitato, ma pur sempre miliardario - nelle ore precedenti all'incendio era stato visto completamente ubriaco durante una gara di tiro al piccione. Nelle ore seguenti, il massacro.

Prima gli animali uccisi con un colpo in testa, tre cavalli - non due come riportato ieri - cani, papere, porcellini d'India. Poi l'incendio appiccato prima alle stalle, e subito dopo alla casa. E veloci, le fiamme che divorano la villa, di cui non rimane in pratica niente: ma i corpi?

Ora gli investigatori seguono tre piste: la prima, che ,dopo aver sterminato la famiglia, Christopher Foster, ultimamente indebitato e in crisi, abbia dato fuoco a tutto. La seconda ipotesi è una vendetta di qualcuno: in entrambi i casi le temperature raggiunte durante l'incendio avrebbero dovuto essere a tal punto elevate da incenerire i cadaveri, di cui non è rimasto nulla.

Degli umani: perchè le carcasse carbonizzate dei cavalli sono perfettamente visibili dalle foto aeree. Terza ipotesi: che assillato dai creditori, Christopher Foster abbia organizzato una truffa in grande stile, scappando da qualche parte.

Foto | The Sun

Christopher Foster in fuga?
Christopher Foster in fuga?
Christopher Foster in fuga?
Christopher Foster in fuga?
Christopher Foster in fuga?
Christopher Foster in fuga?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: