Lecce: insegnante privato arrestato per violenza sessuale su minori

Gli abusi sessuali avvenivano durante le ore in cui il professore faceva lezioni private a tre adolescenti.

Un insegnante di Lecce in pensione è stato arrestato oggi e posto ai domiciliari per l'accusa di violenza sessuale continuata e aggravata dall'abuso di autorità nei confronti di tre ragazze minorenni.

Gli abusi sarebbero avvenuti durante le ore in cui il professore impartiva lezioni private presso la sua abitazione. Le indagini sono state condotte dai poliziotti della Squadra mobile di Lecce dopo le denunce presentate nell'ottobre scorso dai genitori di due sedicenni che andavano a ripetizioni dall'insegnante.

La terza adolescente vittima dei presunti abusi a sfondo sessuale pur avendo confermato le molestie e la morbosità dei comportamenti del professore non ha sporto formale querela.

In base all'attività investigativa, coordinata dalla procura della Repubblica del capoluogo pugliese, il docente avrebbe avuto con le minorenni degli atteggiamenti più che affettuosi per conquistare la loro fiducia fino ad arrivare a toccarle e baciarle nelle parti intime.

Abusi che per gli inquirenti configurano il reato di violenza sessuale, come spiegato dai dirigenti della terza sezione della Mobile leccese che in conferenza stampa hanno invitato altre eventuali vittime del docente a rivolgersi agli uffici della questura. Gli investigatori non escludono infatti che altre adolescenti siano state costrette a subire abusi e molestie sessuali che solo per timore o vergogna non hanno avuto la forza di denunciare.

A firmare l'ordinanza di custodia cautelare a carico dell'insegnate è stato il gip Giovanni Gallo su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica di Lecce Stefania Mininni.

(Nel video in alto: violenza sessuale su minori, arrestato educatore - Messina, luglio 2013)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail