Ferrara, omicidio Raachida Lakhdimi: fermato in Francia il marito Hassane Jendari

Si può considerare risolto il caso dell'omicidio di Raachida Lakhdimi, la donna marocchina di 37 anni trovata morta giovedì sera nella sua abitazione a Consandolo, frazione del comune di Argenta, nel ferrarese. Ad ucciderla è stato il marito Hassane Jendari, che nelle prime ore di ieri si è presentato in un commissariato in Francia ed ha confessato tutto.

L'avrebbe uccisa per gelosia, strangolata e avvolta in un sacco della spazzatura poi nascosto sotto il letto. Subito dopo, stando a quanto ricostruito dai militari, avrebbe raggiunto Bologna per affidare i due figli - di 2 e 4 anni - ad un parente prima della sua fuga in Francia, dove vive sua sorella.

Lì, forse su suggerimento della parente, Jendari si è costituito. Ora si trova in stato di fermo con l'accusa di omicidio in attesa che vengano completate le pratiche per l'estradizione. Sarà necessario attendere il suo rientro in Italia, previsto entro poche settimane, per poter procedere con l'autopsia sul corpo della vittima e chiarire definitivamente le cause del decesso.

Via | Ferrare24ore

  • shares
  • Mail