Napoli: arrestato latitante dopo fuga sui tetti

Arrestato Salvatore Ercolani, ritenuto elemento di spicco del clan Circone-Perrella-Ercolani di Ponticelli.

Fine della latitanza per Salvatore Ercolani, 40enne presunto boss del clan di camorra Circone-Perrella-Ercolani che esercita la sua influenza mafiosa nel quartiere di Ponticelli, alla periferia est di Napoli.

L'uomo era alla macchia da fine aprile del 2013, quando era sfuggito a un decreto di fermo emesso a suo carico dalla Direzione distrettuale antimafia. Ercolani è finito in manette la scorsa notte dopo una rocambolesca fuga sui tetti.

L'uomo era latitante perché accusato con un'altra persona di aver fatto irruzione a mano armata in un punto scommesse di corso Margherita, probabilmente per compiere un agguato a colpi di pistola contro elementi del clan rivale De Cicco. Il complice di Ercolani, Cristian Marfella, era stato invece subito arrestato.

Dopo quasi un anno di indagini e appostamenti nella notte i carabinieri sono entrati a botta sicura in un appartamento all'interno del parco Conoca: Ercolani ha provato a fuggire guadagnando il balcone per poi salire sul tetto dello stabile, ma in poco tempo è stato raggiunto e ammanetto dai militari.

L'uomo è stato tradotto in carcere e gli è stata notificata anche un'altra ordinanza di custodia cautelare, del 15 luglio scorso, per l'accusa di spaccio di droga.

(Nel video in alto: l'arresto del latitante di camorra Mariano Riccio - febbraio 2014)

Italian Carabinieri of the R.O.S. (opera

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail