Attentato a Lanusei: esplode autobomba, morto un 47enne

Dilaniato dall'esplosione Roberto Aresu, rappresentante di 47 anni.

    Aggiornamento 12.45. L'autobomba che ha ucciso Roberto Aresu è scoppiata intorno alle 10 e mezza nel centro abitato di Lanusei. La vittima era agli arresti domiciliari ma aveva il permesso di uscire per andare al lavoro. Aresu era infatti finito in un'inchiesta per una presunta truffa legata alla rivendita di auto. Nell'esplosione, a differenza di quanto sembrava nell'immediatezza dell'attentato, non sono rimaste ferite altre persone, scrive La Nuova Sardegna. L'auto, un vecchio modello di Renault Clio, è scoppiata sotto casa della madre di Aresu, l'uomo era appena uscito dall'abitazione. L'esplosione secondo chi indaga sarebbe stata causata da un candelotto collegato all'avviamento. Indaga la squadra mobile della polizia di Nuoro.

Attentato con un'autobomba in Ogliastra dove questa mattina a Lanusei un uomo di 47 anni, Roberto Aresu, è saltato in aria insieme alla sua vettura nella quale era stato collocato un ordigno.

L'auto è esplosa poco dopo che l'uomo aveva girato la chiave del quadro comandi ed era partito.

Dalle prime notizie riportate dalla stampa locale ci sarebbero anche numerosi feriti, raggiunti dai pezzi dell'auto, divelta a seguito dell'esplosione.

Sul posto il 118, carabinieri, polizia e vigili del fuoco. La vettura non sarebbe esplosa subito dopo l'avvio del motore ma dopo aver percorso qualche metro.

(in aggiornamento)

Bomba Lanusei

  • shares
  • Mail