Turchia, un uomo licenziato uccide sei colleghi e si suicida

L'assassino è Veysel Tepe, ex dipendente del Tuik, Istituto di Statistica Turco.

Veysel Tepe, sociologo turco, lavorava fino a poco tempo fa presso il Tuik, il centro nazionale di statistiche della Turchia, a Kars, nella parte orientale del Paese. Quando è stato licenziato, però, oltre a non prendere per niente bene la notizia, ha avuto una reazione spropositata e ha fatto una strage.

Tepe ha preso in ostaggio alcuni suoi ex colleghi nella sede del Tuik di Kars, e li ha minacciati con una pistola, poi ha fatto fuoco e ne uccisi sei, mentre altri sono rimasti feriti. Alla fine ha sparato anche a se stesso ed è morto suicida.

Pare che Tepe avesse problemi psicologici e il suo licenziamento fosse giunto alla conclusione di un'indagine interna.
La strage è avvenuta ieri mattina e, mentre teneva in ostaggio i suoi ex colleghi, l'edificio in cui si trovano gli uffici è stato circondato dalla polizia d'assalto turca. Nel frattempo sono giunti anche i parenti delle persone presenti nella sede del Tuik, ovviamente terrorizzate.

Il governatore locale ha fatto sapere che Veysel Tepe in mattinata aveva avuto un'accesa discussione con il dirigente responsabile dell'agenzia statistica e lo aveva preso in ostaggio e poi ucciso, poi aveva cominciato a sparare a caso, seminando il panico e uccidendo altre cinque persone e ferendo qualcun altro.

La presenza della polizia fuori dall'edificio non è servita a nulla e non ha evitato che l'uomo continuasse la sua folle azione conclusasi con il suicidio.

Questa strage arriva in un momento di profonda tensione politica in Turchia dove il 30 marzo sono in programma le elezioni amministrative. Il Paese è ancora scosso per gli scandali legati alla corruzione di personalità molto vicine al premier Recep Tayyip Erdogan.


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita

Licenziato del Tuik fa una strage

  • shares
  • Mail