Baby Squillo a Roma: Mirko Ieni non risponde al gip

Identificati altri uomini che hanno avuto rapporti sessuali a pagamento con le due minorenni. Le difese degli indagati puntano tutto sulla non conoscenza della reale età delle ragazze da parte dei clienti.

Mauro Floriani, il marito di Alessandra Mussolini indagato nell’inchiesta baby squillo a Roma, potrebbe essere prosciolto dall'accusa di prostituzione minorile prima che inizi il processo.

Per quale motivo? Il caso vuole che una norma sponsorizzata nel 2012 dalla moglie, attuale senatrice di Forza Italia, preveda una condanna a quattro anni di carcere in caso di rapporti sessuali con minori (che sono già pochi) ma soltanto se l’adulto è a conoscenza della vera età della vittima e al di là del fatto che questa sia consenziente o meno.

Floriani - che sarebbe stato incastrato dalle intercettazioni - ai pm capitolini che indagano sui clienti del giro di prostituzione minorile ai Parioli aveva detto, a proposito di una delle ragazze:

“Non immaginavo che avesse solo 15 anni, a me ha detto che ne aveva 19” .

Con la "19enne" Floriani si sarebbe intrattenuto due volte secondo la ricostruzione dei magistrati. L’uomo, che con la Mussolini ha avuto tre figli, ha reso dichiarazioni spontanee presentandosi in procura.

I legali di tutti gli indagati, una ventina, hanno subito messo le mani avanti dicendo che le ragazze dimostravano molto più di 15 anni. Anche se non sembrava a tutti così. Alcuni clienti secondo le indagini accorgendosi d'avere di fronte delle minorenni hanno preferito andarsene. Floriani, attuale dirigente di FS Logistica ed ex ufficiale della Gdf, davanti agli inquirenti non sarebbe stato molto convincente ma avrebbe ripetuto più volte di non aver mai avuto rapporti con le ragazzine e che queste gli hanno mentito sull’età:

“quando gliel'ho chiesta”.

Allora qualche dubbio era venuto al marito della Mussolini. Il fatto è che le ragazze sostengono che tutto il giro di prostituzione si reggeva proprio sul fatto che loro fossero minorenni, ai clienti interessava quello. Intanto gli investigatori avrebbero identificato altri uomini che hanno avuto rapporti sessuali a pagamento con le due minorenni di 15 e 17 anni al centro dell'inchiesta e che in passato si sarebbero prostituite anche in un albergo o in auto.

Mirko Ieni, principale indagato nell'inchiesta, l'uomo che avrebbe messo in piedi tutto il giro di baby squillo e che si trova adesso agli arresti domiciliari, si è avvalso ieri della facoltà di non rispondere davanti al gip Maddalena Cipriani durante l'interrogatorio di garanzia.

 Baby prostitute roma

  • shares
  • Mail