Colonnello della Finanza arrestato a Potenza

Arrestato l'ufficiale della finanza Mario Zarrillo, in servizio a Potenza. Soldi in cambi di favori l'accusa.

Un colonnello della Guardia di Finanza del comando regionale della Basilicata è stato fermato questa mattina con altre due persone per la accuse mosse a vario titolo di accesso abusivo ai sistemi informatici, millantato credito, traffico di influenze illecite, peculato d'uso, sostituzione di persona, danneggiamento aggravato e falso ideologico.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip di Potenza su richiesta degli inquirenti della procura della Repubblica del capoluogo lucano. Gli altri due indagati sono un imprenditore e una operatrice sanitaria.

In base quanto emerso dall'attività di indagine il finanziere arrestato, Mario Zarrillo, avrebbe usato le banche dati in dotazione al corpo d'appartenenza per favorire amici e conoscenti che poi ripagavano il favore con soldi contanti o altre utilità.

Il capo di Stato Maggiore presso il comando della regione Basilicata interferiva secondo le accuse in alcuni ambiti istituzionali di sua competenza per agevolare le posizioni di persone che si rivolgevano a lui; delle “consulenze” che l'ufficiale non prestava certo a titolo gratuito.

L'uomo dovrà difendersi anche dall'accusa di aver utilizzato l'auto di servizio, con tanto di autista, per scopi del tutto personali e in modo "allegro" le utenze telefoniche a sua disposizione.


A coordinare le indagini, affidate alla Squadra mobile della polizia, è stata la direzione distrettuale antimafia di Potenza.

GDF_01

(Nel video in alto: Falso appartenente alla Guardia di Finanza arrestato a Como - ottobre 2012)

  • shares
  • Mail