Elizabeth Fritzl rifiuta una nuova identità

Volevano darle una nuova identità, ma lei ha rifiutato. Elizabeth Fritzl, la figlia stuprata dal mostro di Amstetten, ha deciso che per cancellare il ricordo dei 24 anni di sevizie cambierà solo cognome e si trasferirà coi suoi bambini, dopo il processo al padre, che attendono nella clinica psichiatrica in cui sono ricoverati.

Intanto, la donna sta insegnando ai più piccoli a giocare: segregati nelle cantine della casa degli orrori, non hanno mai potuto imparare a correre o nuotare. Un abitante del posto riferisce "ti si apre il cuore a vederli che si divertono".

Joseph Fritzl pagherà anche per queste infanzie negate?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: