Latina, clan dei Casalesi: 7 arresti

Gruppo Schiavone. Sequestrati beni per complessivi 1,4 milioni di euro.

Sono 7 le persone arrestate questa mattina nel Sud Pontino perché ritenute contigue al clan di camorra casertano dei Casalesi, fazione Francesco Schiavone, detto Sandokan, attualmente in regime di 41 bis.

L'operazione denominata Fuori giri è stata messa a segno dai militari della guardia di finanza di Roma e dalla polizia di Latina, sotto il coordinamento della procura antimafia di Napoli.

Tra i nomi degli arrestati compaiono quelli dei fratelli Salvatore e Antonio Ianuario e di Salvatore Di Puorto. Tutti sono accusati di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati di appropriazione indebita, con l’aggravante di aver agito per agevolare l’associazione camorristica nota come clan dei Casalesi.

Contestualmente agli arresti le fiamme gialle e gli agenti delle polizia hanno effettuato numerose perquisizioni domiciliari a San Cipriano d’Aversa, Casal di Principe, Cancello Arnone, Calvi Risorta, Castel Volturno (Caserta), Bonito (Avellino), Formia, Santi Cosma e Damiano e Minturno (Latina).

Alla fine sono stati messi sotto sequestro preventivo beni per circa 1,4 milioni di euro in immobili, quote societarie, rapporti finanziari e tutto il patrimonio aziendale riconducibile a 4 diverse società.

Gli inquirenti credono di aver ricostruito l’appropriazione indebita da parte degli indagati di auto di grossa cilindrata, vetture che venivano poi esportate in Germania per essere immatricolate, previa falsificazione dei numeri identificativi e dei documenti di circolazione.

Secondo le indagini gli arrestati utilizzano per i loro traffici delle concessionarie e un’autoscuola di Minturno e Cancello e Arnone, nel casertano.

Il blitz evidenzia una volta di più i radicati interessi del clan dei Casalesi nell'area del Sud Pontino, dove vengono reinvestiti i profitti delle attività illecite poste in essere dall'organizzazione camorristica.

(Nel video di Pupiatv: "I Casalesi controllavano il mercato di Fondi" - gennaio 2013).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail