Napoli, agguato nella notte: ucciso Domenico Raffone, ferito Mario Lo Russo

Raffone è deceduto sul colpo, mentre Lo Russo, 57 anni, secondo gli inquirenti reale destinatario dell’agguato, è stato ferito all’addome.

Agguato nella notte ai Colli Aminei, a Napoli, pochi minuti dopo la mezzanotte all’interno del Parco Matteotti. Mario Lo Russo e il suo guardaspalle Domenico Raffone si trovavano in sella a uno scooter quando i killer sono entrati in azione.

Una pioggia di proiettili ha danneggiato due automobili in sosta e raggiunto i due uomini. Raffone è deceduto sul colpo, mentre Lo Russo, 57 anni, secondo gli inquirenti reale destinatario dell’agguato, è stato ferito all’addome, ma stando all’ultimo bollettino medico non sarebbe in pericolo di vita.

Lo Russo, fratello del boss Salvatore, capo del clan dei Capitoni di Milano e ora pentito, si trova ora ricoverato all’ospedale Cardarelli di Napoli, mentre gli inquirenti stanno cercando il movente dell’agguato e di identificare gli autori.

Tra le ipotesi ritenute valide c’è quella della faida in atto tra il clan dei Savarese e quello dei Lo Russo nel Rione Sanità, faida che come al solito verte intorno al controllo delle piazze dello spaccio di droga.

omicidio-genova

Le indagini proseguono.

(nel video i rilievi dell'agguato in cui ha perso la vita, ieri sera, il pregiudicato Gennaro Caliendo)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail