Rovito: fermata la madre che ha ucciso il figlio

Cosenza: Daniela Falcone è stata arrestata per l'omicidio del figlio 11enne, ucciso sabato scorso sul monte Crocetta

È in stato di fermo da ieri sera Daniela Falcone, la donna che la scorsa settimana nel cosentino ha ucciso il figlio di 11 anni, e ha poi ha tentato il suicidio dopo che il marito le avrebbe confessato di avere una relazione extraconiugale.

La procura di Paola, nelle persone del procuratore Bruno Giordano e del sostituto Linda Gambassi, ieri ha emesso il provvedimento restrittivo; la donna, ancora ricoverata in ospedale è accusata di omicidio premeditato. Il provvedimento è stato notificato alla sorella, nominata curatore speciale.

Intanto dall'autopsia sul corpo del piccolo Carmine emerge che la madre avrebbe usato due armi da taglio, un paio di forbici e un coltello da cucina, con cui ha colpito il figlio al torace e alla gola nella tarda mattinata di sabato, dopo esserlo andato a prendere a scuola verso le 9.30. Il bambino è morto nel giro di qualche ora, dissanguato. I corpi sono stati poi trovati dalla squadra mobile della polizia sul monte Crocetta.

Il quadro venuto fuori dagli esami autoptici, spiegano gli inquirenti a Gazzetta del Sud, è raccapricciante sia per

"l'efferatezza del delitto, sia perché il bambino è morto tra la sofferenza delle ferite".

Daniela Falcone ha tentato di togliersi la vita solo dopo essersi accertata che il bambino fosse morto. La donna prima avrebbe tentato di impiccarsi con una cinta, poi ha preso le forbici con cui aveva ucciso il figlio e si è ferita in modo non mortale al collo e all'addome.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

Video via | Telecosenza

  • shares
  • Mail