Battipaglia, arrestato stalker che ricattava la fidanzata con video hard e le incendiava l'auto

Le minacce andavano avanti da un anno e l'uomo è un pregiudicato. Ora è agli arresti domiciliari.

Da Battipaglia, in provincia di Salerno, arriva l'ennesima storia di stalking ai danni di una donna. La vittima in questo caso è stata minacciata per oltre un anno dal compagno, un pregiudicato diventato sempre più violento nel rapporto di coppia, che non voleva essere lasciato e per questo la ricattava con un video hard girato a insaputa della ragazza nei loro momenti di intimità.

L'uomo ha bruciato due volte l'auto della fidanzata e lei, temendo che il video venisse divulgato rovinandole la reputazione, non lo ha mai denunciato. Quando però un carabiniere è intervenuto con i vigili del fuoco per spegnere l'incendio appiccato la seconda volta, ha intuito che qualcosa non andava nonostante la donna si ostinasse a dire di non avere idea di chi potesse essere il responsabile di quel gesto. La vittima è sembrata fin da subito molto insicura e anche impaurita.

I carabinieri hanno dunque avviato le indagini e alla fine sono riusciti a ottenere una confessione dalla donna, che ha raccontato delle minacce subite per un anno e ha anche detto di aver visto con i suoi occhi dalla finestra l'uomo che le incendiava l'auto e che era appunto il suo ex-non-ex compagno.

L'uomo è stato arrestato, ma per lui ci sono solo gli arresti domiciliari, notificatigli questa mattina con un'ordinanza del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Salerno. Intanto nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato alcuni cd su cui erano registrati i video realizzati nei momenti di intimità con la donna.

Nel video in apertura il primo spot italiano contro lo stalking realizzato nel 2004 dall'Osservatorio Nazionale sullo Stalking.

Stalking ai danni di una ragazza di Battipaglia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail