Oscar Pistorius alla sbarra, seconda udienza (Diretta video)

Oscar Pistorius torna in tribunale a Pretoria per la seconda udienza del processo che lo vede imputato per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp.

E’ iniziata questa mattina a Pretoria, in Sudafrica, la seconda udienza del processo a Oscar Pistorius, accusato dell’omicidio premeditato della fidanzata Reeva Steenkamp, uccisa il 14 febbraio 2013 nell’abitazione dell’atleta a Pretoria.

Anche oggi le telecamere sono posizionate in aula e trasmetteranno in diretta televisiva i momenti principali di questo lungo processo che vedrà sfilare sul banco dei testimoni più di un centinaio di persone, chiamate da accusa e difesa.

Ieri è stata la volta del primo testimone dell’accusa, Michelle Burger, vicina di casa dell’atleta paralimpico, che ha raccontato di aver sentito delle urla femminili provenire dall’abitazione di Pistorius intorno alle 3 di notte di quel tragico San Valentino.

Oggi si continua con Michelle Burger, che risponderà alle domande della difesa, intenta a dimostrare la mancanza di premeditazione e provare la tesi del tragico incidente. L’avvocato Barry Roux ha cominciato subito mettendo in discussione la credibilità della testimone, chiedendosi se il suo racconto sia stato in qualche modo influenzato da quanto sentito e letto a proposito di Pistorius.

Oscar Pistorius Is Tried For The Murder Of His Girlfriend Reeva Steenkamp

La testimone si è detta certa di quanto già affermato: le urla sono state udite prima degli spari, urla che secondo la testimone sarebbero compatibili con qualcuno che sa che sta per morire. Michelle Burger, giudicata credibile dall’accusa, è stata una delle prime persone ad allertare le autorità subito dopo l’episodio.

La questione è delicata e ogni minima parola viene sviscerata e analizzata a fondo. La testimone ha riferito di aver sentito le urla di una donna, poi gli spari e ancora urla di donna. Secondo la perizia balistica, però, Reeva sarebbe deceduta all’istante: impossibile, dice la difesa di Pistorius, che la giovane sia riuscita a gridare subito dopo l’esplosione dei colpi.

Oscar Pistorius, al via il processo
Oscar Pistorius, al via il processo
Oscar Pistorius, al via il processo
Oscar Pistorius, al via il processo
Oscar Pistorius, al via il processo

L’abitazione di Michelle Burger si trova a circa 170 metri da quella di Pistorius e la difesa sta cercando di provare che a quella distanza sarebbe stato difficile sentire le urla. Sfortunatamente, però, da quel 14 febbraio ad oggi tra le due abitazioni sono state costruite nuove cose, particolare che rende impossibile effettuare dei test approfonditi sulla ricezione audio a casa di Michelle Burger.

Il processo continua. L’atleta, classe 1986, lo ricordiamo, ha sempre dichiarato che si è trattato di un tragico incidente, mentre l’accusa si dice certa che la sua intenzione fosse proprio quella di uccidere la giovane fidanzata.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail