Napoli, ancora un corpo carbonizzato in auto: è il quinto caso in un mese

L’identificazione del cadavere, rinvenuto sul sedile posteriore della vettura, è ancora in corso.

12.10: le indagini sono andate avanti senza sosta per tutta la notte, ma al momento questo ennesimo omicidio è ancora avvolto dal mistero. Si teme, ma saranno necessarie tutte le verifiche del caso, che ci possano essere dei collegamenti coi quattro precedenti casi di omicidio, avvenuti tutti con lo stesso modus operandi.

Ancora un omicidio in provincia di Napoli, ancora un caso di cadavere dato alle fiamme e fatto ritrovare all’interno di un’automobile. E’ il quinto caso in un mese, la conferma per gli inquirenti di una nuova faida di camorra.

L’ultima macabra scoperta è stata fatta in via Lavinaio a Casandrino, piccolo comune alle porte di Napoli. Il corpo di un uomo non ancora identificato è stato rinvenuto all’interno di una Fiat Grande Punto data alle fiamme, riconducibile a un pregiudicato del rione Salicelle ad Afragola.

Il proprietario dell’auto, prontamente rintracciato dalle autorità, ha negato ogni coinvolgimento, dichiarando di non essersi nemmeno accorto del furto dell’automobile.

L’identificazione del cadavere, rinvenuto sul sedile posteriore della vettura, è ancora in corso, così come in corso sono le indagini dei carabinieri di Casoria e di Castello di Cisterna, allertati dal passante che per primo si è accorto dell’auto in fiamme.

A burnt car is seen by a pile of uncolle

(nel video il ritrovamento di un altro cadavere dato alle fiamme e abbandonato in un'automobile in provincia di Napoli)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail