Rovito: madre e figlio scomparsi, la donna ha ucciso il bambino

Daniela Falcone ha poi tentato di togliersi la vita. Della donna e del figlio si erano perse le tracce sabato. Oggi il ritrovamento dei corpi sul monte Crocetta: per gli inquirenti è omicidio-suicidio.

carabn

    Aggiornamento 20.50. Secondo l'ultima ricostruzione degli investigatori, riportata dall'Ansa, dietro la fuga di Daniela con il figlio ci sarebbe una lite scoppiata la sera prima tra la donna e il marito. Un violento alterco andato avanti per ore, dopo che l'uomo avrebbe confessato alla moglie di avere intrapreso una relazione con un'altra donna che sarebbe anche rimasta incinta.

    Aggiornamento 13.49. Daniela Falcone non è deceduta, al contrario di quanto riportato stamattina dal Quotidiano della Calabria («Morti madre e figlio scomparsi nel Cosentino») che ha poi corretto la notizia. La donna è tuttora ricoverata all'ospedale di Cosenza.

Tragico epilogo nella vicenda della scomparsa di Daniela Falcone e del figlio di 11 anni, Carmine, spariti sabato da Rovito (Cosenza) dopo che la donna era andata a prenderlo a scuola.

Secondo gli investigatori il bambino sarebbe stato ucciso dalla madre con un paio di forbici che gli hanno reciso la gola: la donna, di 43 anni, ha poi tentato di suicidarsi. Soccorsa dal personale del 118 per lei non ci sarebbe stato nulla da fare e sarebbe morta poco dopo.

A fare la denuncia di scomparsa di madre e figlio era stato il marito di Daniela, che quando era andato a prendere il figlio a scuola si era sentito dire dall’insegnante che verso le 9 e mezza Carmine era già stato portato via dalla mamma.

Immediate erano partire le ricerche di carabinieri e polizia (anche con l'ausilio di un elicottero) da cui risultava che la donna si fosse diretta con l'auto verso Camigliatello Silano. La 43enne sarebbe stata poi avvistata alla guida della sua Suzuki gialla nella zona di Magaro, sull'altopiano della Sila.

In realtà l'auto con dentro i corpi di mamma e figlio è stata trovata sul monte Crocetta, scrive la stampa locale, sulla vecchia strada che collega Cosenza alla città costiera di Paola.

Il cellulare di Daniela dal momento della scomparsa risultava irraggiungibile. Parenti e amici non riescono a capire cosa sia scattato nella sua mente, la donna era stata descritta subito dopo la scomparsa come una persona equilibrata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail