Como, donna uccisa a coltellate nel sottopasso della stazione: caccia al killer

La giovane, colpita alla gola, è deceduta in pochi istanti a causa delle lesioni riportate.

omicidio-mozzate

Barbaro omicidio a Mozzate, comune di 8 mila abitanti in provincia di Como. Una donna di 35 anni, originaria di Rimini, è stata uccisa a coltellate e mentre stava percorrendo il sottopasso che dalla stazione ferroviaria porta al parcheggio quando un uomo non ancora identificato, descritto da alcuni testimoni come italiano, l’ha raggiunta e l’ha colpita più volte con un oggetto appuntito.

La tragedia si è consumata intorno alle 19 di ieri, sabato 1 marzo 2014. Il repentino intervento dei soccorsi non è riuscito a evitare la tragedia: la giovane, colpita alla gola, è deceduta in pochi istanti a causa delle lesioni riportate.

La vittima era residente a Rimini, ma da qualche tempo si era trasferita a Mozzate da alcuni parenti alla ricerca di un lavoro. Poco probabile, dicono gli inquirenti, che si sia trattato di una rapina: il delitto, almeno secondo le prime indiscrezioni, avrebbe un movente passionale.

Del caso si stanno occupando i carabinieri di Cantù e di Mozzate, che stanno scavando nella vita della vittima alla ricerca di amici e conoscenti che potrebbero metterli sulla giusta strada.

  • shares
  • Mail