Omicidio Chiara Brandonisio: confermati i 30 anni a Domenico Iania

Domenico Iania

La Corte d'Appello di Bari ha deciso di confermare la condanna a 30 anni di carcere per Domenico Iania, il 54enne piacentino accusato dell'omicidio di Chiara Brandonisio, la donna di 34 anni massacrata a sprangate l'8 luglio 2010 a Carbonara di Bari, mentre stava andando a lavoro in bicicletta.

Iania, già condannato a 30 anni di carcere in primo grado (qui le motivazioni della sentenza), aveva ucciso Chiara dopo che lei, secondo la ricostruzione dell'accusa, aveva troncato una relazione virtuale che aveva iniziato con lui cinque mesi prima su Facebook.

Da lì, dopo aver minacciato di suicidarsi in diretta webcam, è partito il diabolico piano: nella notte tra il 6 e il 7 luglio l'uomo ha raggiunto Bari da Piacenza e per le successiva 24 ore ha pedinato Chiara e studiato i suoi movimenti. Poi, la mattina dell'8 luglio, è entrato in azione ed ha massacrato la giovane con una spranga di ferro.

Ora che la condanna per Iania, detenuto nel carcere di Piacenza, è stata confermata in secondo grado, sarà necessario attendere le motivazioni della sentenza per l'eventuale ricorso in Cassazione.

Via | Il Piacenza

  • shares
  • Mail