Francia, famiglia sterminata ad Annecy: arrestato Eric Devouassoux

Eric Devouassoux è stato arrestato in relazione alla strage in cui persero la vita Saad Al-Hilli, sua moglie, sua suocera e un ciclista che si trovava a passar di lì per caso.

Un cittadino francese, Eric Devouassoux, è stato arrestato ieri in relazione massacro compiuto ad Annecy il 5 settembre 2012, la strage in cui persero la vita il ciclista francese Sylvain Mollier e tre membri di una famiglia inglese, il 50enne Saad Al-Hilli, la moglie Ikbal, 47, e la suocera Suhaila Al-Allaf, 74.

Difficile capire se si tratti di una svolta o dell’ennesimo buco dell’acqua. Certo è che l’uomo, 48 anni, padre di tre figli e appassionati di caccia e di armi antiche, corrisponde all’identikit diffuso nei mesi scorsi del motociclista visto sulla scena del crimine.

Le autorità locali non si sbilanciano, ma fanno sapere che dalle due proprietà di Devouassoux è stata portata via una motocicletta, ora oggetto di analisi da parte della scientifica, e almeno una decina di armi, tra le quali una vecchia Luger P06 calibro 7.65 molto simile a quella utilizzata dall’assassino per compiere il massacro, insieme a diversi manuali sulle armi utilizzate dall’esercito svizzero tra gli anni ’20 e ’30.

Devouassoux, ex agente di polizia, risiede a meno di quattro chilometri dal luogo della tragedia e si definisce un collezionista di armi ed esperto conoscitore delle montagne dell’area.

Tanti piccoli particolari che sembrano corrispondere al profilo che le autorità di Annecy aveva stilato nei mesi successivi al quadruplo omicidio. Che la soluzione sia davvero vicina? Le indagini proseguono senza sosta, così come l’interrogatorio del sospetto.

massacro-alpi-francesi

  • shares
  • Mail