Alghero, omicidio Agostino Salis: arrestati tre ragazzi

Dietro il delitto un regolamento di conti.

Sono tre giovani di Alghero i fermati per l'omicidio di Agostino Salis, il 46enne ucciso nella notte a cavallo tra lunedì e martedì nelle campagne della borgata di Maristella della città.

Per uno dei tre, si sarebbero già aperte del porte del penitenziario di Sassari, gli altri due invece sono ancora sotto interrogatorio. Salis sarebbe stato ucciso a bastonate in testa, e non con un'arma da fuoco. Il movente del delitto sarebbe da ricercare in un regolamento di conti.

Secondo quanto scrive l’Unione Sarda Salis, detto l'Americano, pensava che a farlo finire in carcere di recente, con l’accusa di furto, fosse stato uno dei tre giovani di Alghero arrestati. Salis avrebbe chiesto al ragazzo conto della faccenda, inseguendolo più volte da un bar all’altro di Alghero, nella serata di lunedì.

A un certo punto il giovane, che era in compagnia di altre due amici, avrebbe detto a Salis di andare a parlare della questione da un'altra parte. Così tutti e quattro avrebbero preso l’auto raggiungendo la zona isolata in cui è stato trovato il cadavere della vittima.


Secondo la polizia la discussione scoppiata tra l’Americano e i tre giovani sarebbe degenerata e uno dei tre ragazzi avrebbe colpito Salis al capo con una bastonata.

L'autopsia disposta sul corpo della vittima, su ordine dal sostituto procuratore Gianni Caria, è stata eseguita stamattina.

  • shares
  • Mail