Mafia: 49 arresti tra Enna e Catania nell'operazione Go Kart

Contro il clan Cappello.


    19.35. I nomi degli arrestati nell'operazione antimafia Go Kart nell'ennese sono: Salvatore Marletta, 54 anni, Salvatore Leonardi, 48, Salvatore Chisari, 38, Angelo Drago, 44 anni, Sebastiano Russo Fano, 39, Filippo Passalacqua, 34, Prospero Riccombeni, 43, Salvatore Tirendi, 49, Gaetano Passalacqua, 36, Orazio Cardaci, 34 anni, Salvatore Venia, 52 anni, Antonino Saccone, 40 anni, Stefano Guagliardo, 31 anni, Antonino Tirendi, 23 anni, Carmelo Tirendi, 20 anni, Rocco Finocchiaro, 40 anni, Ignazio Sapuppo, 46 anni, Sebastiano Cavallaro, 22, Alessio Finocchiaro, 20, Antonino Scalisi, 26 anni, Nicolò Scalisi, 59 anni, Valerio Scalisi, 24, Mariano Fiorenza, 68, Filippo Frisenna, 33, Prosperino Di Marco, 24, Salvatore Zammataro, 25 anni, Mario Caputa, 29, Giacomo Spicuzza, 33, Giuseppe Scaffidi, 21 anni, Davide Saitta, 25, Andrea Maugeri, 24, Michael Prestifilippo Cirimbolo, 24, Alessandro Cancemi, di 32 anni, Emanuele Mazzaglia, di 37, Angelo Di Stefano, di 55 anni, Giuseppe Carmelo Mazzaglia, 54, Tony Carbonaro, 30 anni, Silvestro Schillaci, 33, Sebastiano Arcodia Pignarello, 37 anni, Antonio Arcodia Pignarello, 36 anni, Samuele Cardaci, di 30, Vito Scravaglieri, pure di 30 anni, Davide Pintaudi, 33 anni, Mario Catalano Puma, 31, Mario Scalia, 60 anni, Massimo Chianetta, 43, Salvatore Calogero Scaglione, 30 anni, Santo Galati Massaro, di 33 anni, e Gianni Galati Massaro, di 39.

È scattato nella notte un maxi blitz antimafia contro il clan Cappello tra le province di Enna e Catania.

L'operazione, denominata Go kart è stata messa a segno dai carabinieri che hanno arrestato 49 persone accusate di associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata al traffico di droga, estorsioni, rapine, detenzione di armi e altri reati.

L'indagine è stata coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta, le ordinanze di custodia cautelare sono sono state eseguite dai militari dell'Arma del nucleo investigativo di Enna e della compagnia di Nicosia.

In tutto 300 i carabinieri impegnati nell'operazione, molti degli arresti sono stati eseguiti a Regalbuto, Centuripe e Catenanuova, nell'ennese.

Il nome dell'inchiesta, deriva dal fatto che tre imprenditori indagati, padre e due figli, sono proprietari di una pista di kart a Catenanuova.

Video | Bagheria Oggi

  • shares
  • Mail