Madre tenta di gettare la figlia neonata in un pozzo: arrestata

A Mazzarino una donna di 43 anni ha tentato di annegare in un pozzo della rete fognaria la bambina di dieci mesi. Ora si trova in stato di arresto

Italian Carabinieri check people in the

Una donna di 43 anni di Mazzarino (Cl), ma originaria di Riesi (Cl), probabilmente in preda a un raptus di follia, ha tentato di uccidere la figlioletta di dieci mesi buttandola in un pozzo della rete fognaria di contrada Madonna delle Grazie, nella località dove risiede.

La donna è madre di altri due figli e avrebbe avuto la bambina da una relazione extraconiugale.

A dare l’allarme è stato proprio il padre della piccola, ma anche la testimonianza di alcuni passanti che avevano notato la donna correre in lacrime verso un pozzetto di acque reflue con la bambina in braccio.

L’intervento dei carabinieri, su sollecito dei testimoni, ha scongiurato il peggio. La neonata è stata portata in salvo ed è stata affidata a una Comunità, mentre la madre è stata posta agli arresti domiciliari con l’accusa di tentato omicidio.

All'origine della decisione di tentare l'omicidio-suicidio ci sarebbe il fallimento di entrambi i rapporti di coppia: con il marito e con l'amante.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail