Camorra, agguato dal barbiere: ucciso il pregiudicato Fortunato Sorianiello

Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, era il figlio del pregiudicato Alfredo Sorianiello, ritenuto un elemento di spicco del clan camorrista dei Grimaldi.

Agguato mortale a Napoli, nel quartiere Soccavo, dove nel tardo pomeriggio di ieri due sicari col volto coperto hanno fatto irruzione nel negozio di un barbiere di via dell’Epomeo e ucciso a colpi di pistola Fortunato Sorianiello, pregiudicato di 24 anni, appena entrato nel locale.

Il giovane è morto sul colpo, raggiunto da almeno due proiettili, mentre i killer sono fuggiti riuscendo a far perdere le proprie tracce. Illesi il titolare del negozio e il cliente che si trovava lì in quel momento.

Nessun dubbio, secondo gli inquirenti, che Sorianiello fosse il reale destinatario dell’agguato. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, era il figlio del pregiudicato Alfredo Sorianiello, conosciuto come Alfredo 'o biondo, ritenuto un elemento di spicco del clan camorrista dei Grimaldi.

L’ultimo arrestato di Fortunato Sorianiello risaliva al 9 settembre 2011, quando fu sorpreso insieme al padre in un terraneo fortificato in via Catone utilizzato come base di spaccio per la cocaina.

Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Bagnoli e i militari del nucleo investigativo del comando provinciale, che stanno scavando nella vita del giovane per dare un movente a questa esecuzione e rintracciare i responsabili.

  • shares
  • Mail