Latitante fa autostop ai carabinieri: arrestato

Quando si chiede un passaggio non si sa mai chi si può incontrare.

Fare l'autostop è una pratica che comporta parecchi rischi, non si sa mai nell'auto di chi si può finire. E per assurdo è proprio quanto è capitato a un romeno latitante da nove mesi, senza auto e senza patente in seguito a un fermo da cui era risultato che stesse guidando in stato di ebbrezza. L'uomo, di 37 anni, era ricercato dallo scorso maggio dalla magistratura di Ferrara per rapina, furti aggravati e ricettazione.

La decisione di continuare a muoversi per l'Italia era perciò pressoché obbligata. Ed essendo senza auto e patente, non poteva che muoversi via autostop. Peccato che alla richiesta di passaggio sull'autostrada che porta a Verona si sia fermata un auto con a bordo carabinieri in borghese impegnati in un servizio di prevenzione.

L'uomo è stato fatto salire dai carabinieri insospettiti, avvisandolo però che prima sarebbero dovuti passare da casa a prendere un cellulare che avevano dimenticato. Arrivati a "casa", il rumeno si è accorto che si trattava della caserma dei carabinieri. L'uomo ha provato a scendere di corsa dalla macchina, ma la sicura della portiera era già stata inserita.

Condotti gli accertamenti sulla sua identità, al latintante è stato notificato l'ordine di carcerazione ed è stato accompagnato in cella, dove dovrà restare fino al 2017 per scontare una pena di 3 anni, 4 mesi e 27 giorni.

  • shares
  • Mail