Napoli: proteste dei disoccupati, 25 provvedimenti cautelari

Per gli inquirenti dietro blocchi e proteste violente c'era una logica puramente criminale volta a condizionare le scelte della amministrazioni locali.

    AGGIORNAMENTO 14.09. I disoccupati organizzati finiti agli arresti domiciliari ad Acerra (Na) sono Cuono De Maria, 47 anni, Vincenzo Sposito, 42 anni, Andrea Buonocore, di 43, e Consiglia Terracciano, 65, leader locale dei senza lavoro. Sua figlia dopo l'arresto ai giornalisti ha denunciato il grave stato di salute della madre: “stamattina è stata scortata dai poliziotti fino all’interno del centro dialisi. Non l’hanno mai lasciata un attimo. Sta male, ha anche subito due interventi di angioplastica". Per Olimpia Liguori, 53 anni, e Mimmo Panico, di 44 è stata disposta la misura restrittiva dell’obbligo di residenza, devono rimanere in casa dalle 8 alle 14. Nella zona industriale tra Acerra, Pomigliano e Casalnuovo oggi alle 16 si terrà un corteo di solidarietà per i disoccupati arrestati al quale dovrebbe prendere parte anche il Comitato di lotta cassintegrati e licenziati della Fiat.

Sono 25 i provvedimenti restrittivi eseguiti stamattina dalla polizia di Napoli su ordine del gip del tribunale partenopeo nei confronti di altrettanti disoccupati legati al Coordinamento precari Bros, accusati di associazione a delinquere e reati contro l'incolumità pubblica, l'invasione di edifici e altro.


Le indagini hanno riguardato i blocchi stradali, i cortei, le manifestazioni violente e le occupazioni di edifici e luoghi di culto avvenuti a Napoli e Roma tra marzo 2010 e il 2012 ma anche durante il 2013 e a gennaio di quest'anno.


Dieci degli indagati sono stati posti agli arresti domiciliari, gli altri quindici hanno l'obbligo di dimora nel comune di residenza.

Secondo gli inquirenti dietro blocchi e proteste c'era una logica puramente criminale attuata da leader di diversi gruppi di disoccupati per ottenere politiche sociali di tipo assistenzialistico e condizionare le scelte delle amministrazioni locali, specie del Comune di Napoli, relativamente alla gestione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani.

(Nel video una delle ultime manifestazioni del coordinamento Precari Bros di Napoli, due mesi fa).

  • shares
  • Mail