Ergastolano evaso a Gallarate, arrestato il fratello Daniele Cutrì

Gli inquirenti hanno arrestato il fratello di Domenico Cutrì e fermato la fidanzata dell’altro fratello.

Altri due fermi collegati alla fuga di Domenico Cutrì, l’ergastolano calabrese di 32 anni, fatto evadere lunedì scorso dal furgone della polizia penitenziaria di Gallarate.

Si tratta del fratello Daniele Cutrì, 23 anni, e della fidanzata dell’altro fratello, Antonino, deceduto nell’assalto. La giovane, Carlotta Di Lauro, era scomparsa nelle ore successive alla fuga di Domenico, portando con sé il figlio di 5 anni. E’ stata rintracciata nelle ultime ore nell’abitazione dei genitori a Cuggiono, nel Milanese, e condotta al comando provinciale dei carabinieri di Varese per essere interrogata.

Daniele Cutrì, invece, è stato rintracciato nella casa di famiglia a Inveruno alle porte di Milano ai carabinieri di Varese, Gallarate e Milano. Il giovane è accusato di aver preso parte al commando che lunedì ha liberato il fratello Domenico.

Intanto è attesa per domani l’udienza di convalida degli arresti delle altre quattro persone bloccate nei giorni scorsi in relazione alla fuga del giovane ergastolano, di cui ad oggi non si hanno notizie.

Domenico Cutrì, lo ricordiamo, fu condannato all'ergastolo in primo e secondo grado per l’omicidio del giovane polacco Luckasz Kobrzeniecki, ucciso il 16 giugno 2006 a Trecate, in provincia di Novara.

  • shares
  • Mail