Bari, blitz antidroga: 20 arresti nel clan Pesce-Pistillo

Operazione congiunta di carabinieri e polizia nel nord barese.

arresti droga a bari

Sono in tutto una ventina le persone arrestate questa mattina nel barese con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, allo spaccio e alla detenzione di cocaina, eroina, hashish e marijuana.

In manette sono finiti presunti esponenti del clan mafioso Pesce-Pistillo, attivo ad Andria e nei centro limitrofi a nord di Bari.

L’operazione congiunta di carabinieri e polizia, coadiuvati da elicotteri e unità cinofile, è scattata all’alba e ha visto l’impiego di circa 100 tra militari e agenti in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Bari.

L'inchiesta, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo pugliese, secondo gli inquirenti ha messo in luce 10 anni di proficua attività del clan Pesce-Pistillo che poteva contare su un'articolata organizzazione.

I boss del gruppo mafioso anche dal carcere dove erano detenuti continuavano a dare ordini e indicazioni per gestire il traffico e lo spaccio di stupefacenti.

Oltre a compratori all’ingrosso di ingenti quantitativi di droga e squadre di pusher per lo spaccio, protette da un rodato quanto efficace sistema di vedette, il clan aveva a libro paga anche dei cassieri che tenevano la contabilità dei guadagni illeciti frutto della cessione degli stupefacenti.

(Nel video un'operazione antidroga nel barese e nella provincia BAT di 2 mesi fa).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail