Milano, aggressione a colpi di mannaia in stazione: arrestato Abdel Kader Farth

La vittima è stata medicata all’ospedale Niguarda del capoluogo lombardo e se l’è cavata con oltre 50 punti al volto.

E’ stato diffuso oggi dalle autorità di Milano il video dell’aggressione avvenuta martedì sera all'interno della Stazione Centrale di Milano. Il 31enne algerino Abdel Kader Farth, per motivi ancora da chiarire, ha tentato di uccidere un cittadino tunisino di 39 anni, aggredendolo a colpi di mannaia.

Il giovane, brandendo l’arma con una lama da 30 centimetri, ha raggiunto il malcapitato al volto e al braccio prima di darsi alla fuga. Gli agenti della Polfer hanno assistito all’aggressione dallo schermo, grazie alle telecamere installate nell’area, e sono subito accorsi sul posto, riuscendo a bloccare l’aggressore in via Sammartini.

Il 31enne, in stato d’ebbrezza così come la vittima, è stato disarmato e tratto in arresto prima che potesse far del male ad altre persone. La vittima è stata medicata all’ospedale Niguarda del capoluogo lombardo e se l’è cavata con oltre 50 punti al volto. Le sue condizioni, al momento, non destano preoccupazioni.

Oscuri i motivi del folle gesto, a cui ha senza dubbio contribuito lo stato di alterazione dei due, entrambi senzatetto e frequentatori della stazione Centrale.

  • shares
  • Mail