Trieste: rubavano protesi d'oro e gioielli dalle salme, presi

Il bottino veniva poi venduto ai negozi "Compro oro".

Tre cittadini romeni sono stati denunciati oggi dalla polizia di Trieste con l’accusa di aver trafugato protesi dentarie e oggetti in oro dalle salme che venivano loro affidate per la tumulazione al cimitero di Sant'Anna di Trieste.

Uno degli indagati è finito in manette, beccato in flagranza di reato, con una protesi dentaria rubata, ma anche i complici dovranno rispondere dell’accusa di furto aggravato in concorso.

Un volta rubati preziosi e quant’altro i ladri vendevano il bottino ai negozi "Compro oro" secondo quanto ricostruito dagli investigatori che dopo aver perquisito la casa e l’automobile dell'arrestato hanno recuperato diversi oggetti di valore.

La squadra Mobile di Trieste diretta da Roberto Giacomelli dopo alcune settimane di indagini ha chiuso così il cerchio sui furti di protesi d’oro e gioielli compiuti nel cimitero cittadino risalendo ai presunti responsabili, tutti dipendenti di un’impresa che si occupa di tumulazioni. L’inchiesta è stata coordinata dal pubblico ministero di Trieste Federico Frezza.

(Nel video 4 trafugatori di tombe antiche presi in flagranza di reato dalla Guardia di Finanza a Lanuvio, Roma, lo scorso mese di maggio).

  • shares
  • Mail