Forconi: 4 arresti e 16 obblighi di dimora in Puglia

Arrestate anche persone appartenenti al gruppo di estrema destra Forza Nuova.

 

Sono 20 le persone raggiunte da provvedimenti restrittivi della libertà notificate stamani dai carabinieri ad altrettanti aderenti alla protesta organizzata dal cosiddetto movimento dei Forconi che lo scorso dicembre provocò a Barletta, Molfetta, Bisceglie e Canosa di Puglia la chiusura di diversi uffici pubblici, centri commerciali e negozi.

Per quattordici degli indagati è scattato l’obbligo di dimora, gli altri 6 sono stati posti agli arresti domiciliari.

Il blitz a Molfetta, Andria, Bisceglie e Canosa di Puglia. Tra i soggetti colpiti dai provvedimenti, che hanno tra i 18 ed i 47 anni, ci sono elementi di Forza Nuova e persone già note per altri reati alle forze dell'ordine.

L’ accusa mossa nei loro confronti è violenza privata aggravata all'interruzione di pubblico servizio. L’episodio più grave avvenne a Canosa di Puglia dove sei persone, identificate come appartenenti Forza Nuova, fecero irruzione alla Posta stappando le affissioni nell’ufficio e minacciando i presenti: una persona anziana che era in fila si sentì male.

A Molfetta dovettero chiudere centri commerciali, a Barletta, addirittura ad andarci di sotto furono i venditori ambulanti delle bancarelle della Festa di Santa Lucia. Le indagini, coordinate dalla procura della Repubblica di Trani, sono state eseguite dai carabinieri del comando provinciale di Bari.

  • shares
  • Mail