Caravaggio, uccise un ladro sorpreso nel suo negozio: assolto Angelo Cerioli

Baciu fu raggiunto in pieno e morì all’istante, mentre i suoi complici si diedero alla fuga.

tribunale-bergamo

Assolto da ogni accusa. Si è concluso così il processo a carico di Angelo Cerioli, il commerciante che nel novembre di due anni fa sparò ed uccise il ladro Dumitru Baciu, romeno di 38 anni, sorpreso a introdursi nel negozio di giardinaggio di proprietà dell’uomo, a Caravaggio.

Era il 25 novembre 2012. Cerioli fu svegliato nel cuore della notte dal rumore di vetri in frantumi. Il suo negozio, situato al piano inferiore della sua abitazione, era stato preso d’assalto da un gruppo di ladri. L’uomo, senza scendere in strada, uscì in balcone ed esplose alcuni colpi di revolver Taurus calibro 38 contro i banditi.

Baciu fu raggiunto in pieno e morì all’istante, mentre i suoi complici si diedero alla fuga. Cerioli fu indagato fin da subito con l’accusa di omicidio volontario, ma il reato fu successivamente derubricato in eccesso colposo di legittima difesa.

L’uomo ha sempre dichiarato di aver sparato a caso per intimidire i malviventi, con con l’intenzione di colpirli o ucciderli e i giudici gli hanno dato ragione: non essendoci “prove della colpa”, Cerioli è stato assolto da ogni accusa. Per lui il pm aveva chiesto una condanna a un anno e sei mesi con la sospensione condizionale della pena.

  • shares
  • Mail