Campegine, duplice omicidio: un altro arresto dopo quello di Alessandro Rizzi

Nuovi sviluppi nell’ambito dell’indagine sul duplice omicidio di ieri pomeriggio a Campegine (Reggio Emilia). Oltre a quello del presunto assassino, Alessandro Rizzi, 71 anni, la scorsa notte c’è stato un altro arresto e altre persone sono state denunciate.

Si tratterebbe di soggetti che hanno fornito a Rizzi la pistola P38 con cui l’anziano avrebbe ucciso due persone e ferito a una gamba una terza. Inoltre i carabinieri hanno sequestrato anche armi ed esplosivo, si legge sulla Gazzetta di Parma.

Secondo gli investigatori Alessandro Rizzi avrebbe prima ucciso Alena Tyutyunnikova, badante moldava 43enne, e poi Fabio Artoni, 44 anni, rappresentante di acqua minerale che si trovava davanti a un bar di Campegine.

Raptus di follia o possibile movente passionale rimangono le piste seguite con maggiore convinzione da chi indaga. L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Maria Rita Pantani.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail