Linea Gialla ultima puntata 21 gennaio 2014

Terra dei Fuochi e delitti di mafia in diretta su La7 con Antonio Ingroia, Roberto Pennisi e Carmine Schiavone

01_22_2014_00_08_15 0:08 In questo laboratorio, controllato dal Ministero delle Politiche Agricole, si produce la cannabis venduta in Uruguay per fini terpeutici ed industriali. Le 18 piantine, coltivate dal Segretario dei Radicali, saranno consegnate ad alcuni malati che non riesco ad acquistare la marijuana terapeutica.

01_21_2014_23_56_25 A Milano, 600 arrestati l'anno solo per spaccio di droga.

01_21_2014_23_29_30Salvini è contro la regolarizzazione delle droghe mentre, in primavera, proporrà un referendum per la legalizzazione della prostituzione perché "il sesso non ha mai fatto male". Di parere opposto Rita Bernardini dei Radicali.

Ingroia: Le mafie stanno controllando il mercato grazie alle politiche probizionistiche.

Linea Gialla: dramma dei bambini picchiati all'asilo


01_21_2014_23_06_33

Dura la condanna di Matteo Salvini, favorevole a misure estreme per punire i trasgressori. Due genitori hanno perso il figlioletto di nove mesi per sindrome da scuotimento.

01_21_2014_22_52_41Anna Laura Scuderi e Elena Pesce hanno maltrattato i bambini nell'asilo Cip e Ciop di Pistoia. Sono state arrestate e condannate a sei anni col rito abbreviato. Ma ad oggi circolano liberamente.

Linea Gialla: Terra Dei Fuochi, i cibi sono sicuri?


01_21_2014_22_33_38

Gli allevatori e contadini della zona sono preoccupati perché le materie prime prodotte (e distribuite sui mercati italiani) sono altamente a rischio perché i terreni infetti son separati solamente da un filo di metallo. Servono urgentemente delle bonifiche.

01_21_2014_22_16_34L'acqua da bere, per cucinare e lavarsi potrebbe essere avvelenata e pericolosa perché proveniente da falde acquifere non sicurissime. L'acquedotto Vanvitelli, patrimonio Unesco, è diventata una fogna sotterranea.

Salvini: Per me Schiavone è in prigione. Evidentemente c'è un sistema che ha fatto comodo a tanti tra sindaci, assessori, medici.

E l'emergenza rifiuti tossici diventa, improvvisamente, un'emergenza nazionale.

01_21_2014_21_59_35 22:01 Le storie (riciclate) delle mamme de La Terra Dei Fuochi: Anna Magri ha vissuto il decesso del figlioletto Riccardo, morto per una grave forma di leucemia.

Anna Magri: Gli è stata negata la sua vita stessa. Resta un gran vuoto dentro. Non passerà mai. Questa ferita ci sanguina tutti i giorni e non è semplice. E' una grande ingiustizia verso le nuove generazioni. Spero un giorno di avere nome e cognome del colpevole... e che paghi!

C'è poi Anna Guarinoche ha donato due volte il midollo osseo al fratello Salvatore senza, però, riuscirlo a salvarlo.

Schiavone: Voi cittadini siete complici.

01_21_2014_21_48_19

Si è spento Michele Liguori, il vigile di Acerra, che ha sempre denunciato lo strapotere delle ecomafie nella Terra dei Fuochi. Ci sono ancora quattro o cinque bambini che rischiano la vita.

Linea Gialla: Mafia, le intercettazioni di Rinna dal carcere


01_21_2014_21_33_36Le intercettazioni di Riina

dal carcere nonostante sia un regime di 41 bis.

Ingroia: Riina è il capo di Cosa Nostra. Dal carcere lancia dei messaggi perché consapevole che ci sono degli impuniti che non hanno pagato ancora il conto.

01_21_2014_21_25_49

I bambini uccisi dai clan camorristici nel corso dei decenni: Giuseppe Di Matteo fu sciolto nell'acido da Brusca; Domenico Gabriele fu ucciso mentre giocava a calcio; Annalisa Durante fu sparata da Antonio Giugliano per sbaglio. Nicholas Green fu scambiato per il figlio di un gioielliere. Raffaella Ruppoli raggiunta da colpi di pistola durante un viaggio in auto con il papà.

01_21_2014_21_09_57Nicola Campolongo, detto Cocò, di appena 3 anni, è stato trovato invece carbonizzato, ridotto ormai a scheletro, nella Fiat Punto del nonno. Con lui anche i corpi del papà della sua mamma, Giuseppe Iannicelli, e della compagna di quest’ultimo, la marocchina Ibtissan Touss. Si tratta di una storia di ‘ndrangheta per un debito di una partita di droga. Sua mamma Antonia, la zia Simona, suo padre Nicola, lo zio Roberto Pavone, la nonna Maria Rosaria Lucera, sono tutti in carcere dal 2011 per traffico di stupefacenti.

Schiavone: Sono delle bestie.

01_21_2014_21_08_04
Carmine Schiavone: Chi si macchia di questi reati sarebbe eliminato. Nel clan dei Casalesi chi toccava bambini veniva ucciso.

Ingroia: La mafia non è mai stata buona.


Linea Gialla puntata 21 gennaio 2014, gli argomenti di oggi


linea gialla salvo sottile 2014Il dramma della Terra dei Fuochi e del versamento dei rifiuti tossici in Campania

, segnata da un’altra tragica morte, quella del vigile urbano Michele Liguori, simbolo della lotta contro i trafficanti di veleni e affetto da due tumori, e il massacro consumato sabato scorso in Calabria con l’efferato triplice omicidio del sorvegliato speciale Salvatore Iannicelli, trovato carbonizzato all'interno di un'auto insieme alla sua compagna e al piccolo nipotino di tre anni, saranno tra i temi principali del nuovo appuntamento di Linea Gialla, il settimanale di cronaca condotto da Salvo Sottile, in onda stasera alle ore 21.10 su La7.

In studio, Roberto Pennisi, sostituto procuratore della Direzione Nazionale Antimafia, il pentito ed ex boss della camorra Carmine Schiavone, Antonio Musella, comitato Terra de Fuochi e, in collegamento da Palermo, Antonio Ingroia.

A seguire, Salvo Sottile affronterà, insieme ai genitori di una bambino che ha subito maltrattamenti all’asilo, il tema della violenza sui minori, mentre un’inchiesta esclusiva ci introdurrà nella piaga della droga, attraverso un documento che dimostra come nelle strade di Milano sia troppo facile, purtroppo, procurarsi cocaina, hashish o droghe sintetiche. Tra le testimonianze raccolte, quelle dei poliziotti della squadra antidroga, di spacciatori e di giovani consumatori. A parlarne in studio Rita Bernardini, segretario del partito dei Radicali. Su Crimeblog, il liveblogging della puntata. Linea Gialla puntata 21 gennaio 2014

Linea Gialla puntata 21 gennaio 2014

  • shares
  • Mail