Manfredonia, duplice omicidio: trovati 500 grammi di hashish sul luogo del delitto

carabinieri_automobile

Cominciano a delinarsi i contorni del duplice omicidio di Antonio Balsamo e Francesco Saverio Castriotta, di 31 e 32 anni, uccisi a colpi di pistola il 5 giugno scorso a Siponto di Manfredonia, in provincia di Foggia. Fin dalle prime ore gli inquirenti ritenevano che l'esecuzione fosse maturata nell'ambiente dello spaccio di droga e l'ultima scoperta sembra avvalorare questa tesi.

Durante l'ultimo sopralluogo nell'area in cui sono stati rinvenuti i corpi, le unità cinofile hanno scoperto 500 grammi di hashish, sepolti in un campo di viale dei Pini, a pochi metri dal punto in cui era accasciato il cadavere semi-carbonizzato di Castriotta. Balsamo, lo ricordiamo, era stato rinvenuto poco distante, al posto di guida in una Opel Corsa intestata alla sua compagna.

La droga scoperta, sostengono gli inquirenti, potrebbe aver costituito il motivo per cui i due giovani, con qualche precedente per spaccio di stupefacenti, si trovavano lì in quel momento insieme alle persone che li avrebbero uccisi poco dopo.

Le indagini si stanno concentrando sui piccoli e grandi spacciatori di Manfredonia e dei dintorni, alla ricerca di ogni possibile conoscenza e frequentazione delle due vittime. Al momento, però, nessuno risulta ancora iscritto nel registro degli indagati.

Via | FoggiaToday
Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail