Lecco: commerciante ferito a colpi di pistola

L'uomo non è in pericolo di vita.

    AGGIORNAMENTO 17 gennaio 2014. Per il ferimento del commerciante algerino è stato arrestato ieri Mario Polito, 28enne calabrese già noto alle forze dell’ordine e residente a Pusiano. Il giovane è accusato di tentato omicidio in concorso, rapina e porto abusivo d’arma. La lite degenerata nel ferimento sarebbe nata per la compravendita di un’auto. Secondo la vittima, che non ha riportato ferite gravi, Polito lo avrebbe derubato di circa 11mila euro in contanti.

Un commerciante algerino di 35 anni residente nel comasco è rimasto vittima di un agguato a colpi di arma da fuoco oggi ad Annone Brianza, nella provincia di Lecco.

L’uomo è stato ferito nella tarda mattinata da alcuni colpi di pistola mentre si trovava nel cortile di uno sfasciacarrozze. Sul posto sono giunti i carabinieri che stanno cercando ancora di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e il movente del ferimento.

Il 35enne, residente a Erba, città nota alla cronache per l’omonima strage, sarebbe stato raggiunto da due colpi di pistola alle gambe e da uno all’addome. Non è da escludere che chi ha sparato volesse uccidere. Secondo alcune testimonianze ad agire contro il commerciante sarebbero state almeno due persone che subito dopo aver centrato la vittima sono fuggite a bordo un'auto adesso ricercata in tutta la zona.

A prestare i primi soccorsi al ferito sono stati dei meccanici di una officina, subito dopo l’uomo è stato trasportato in ospedale mentre la sua auto veniva sequestrata per accertamenti.

Indagano i carabinieri della compagnia di Merate (Lecco) che starebbero vagliando con maggior convinzione la pista di un regolamento di conti legato a questioni di lavoro. Il personale medico ha fatto sapere che il ferito non rischia la vita, ma la prognosi rimane riservata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail