Violenza sessuale su minori, arrestato l’ex tastierista e fondatore dei Modà

Le violenze sarebbero avvenute nel 2011, ma sono state denunciate solo pochi mesi fa.


Molestie sessuali su minori, almeno quattro ragazzini di età compresa tra i 13 e i 16 anni. E’ questa la pesante accusa contestata a Paolo Bovi, fondatore ed ex tastierista dei Modà, arrestato in queste ore e subito posto ai domiciliari con tanto di braccialetto elettronico.

L’uomo, educatore e animatore in una parrocchia dell’hinterland milanese, la stessa che frequentava da anni, è sospettato di aver molestato quattro ragazzini che erano soliti ritrovarsi lì, tutti minorenni.

Le violenze sarebbero avvenute nel 2011, ma sono state denunciate solo pochi mesi fa, quando la madre di uno dei giovanissimi, preoccupata dal repentino cambio di comportamento del figlio, diventato più nervoso e violento, ha voluto approfondire. Il giovane, a quel punto, è crollato e ha rivelato cosa era stato costretto a subire.

L’adolescente ha raccontato che quelle molestie sessuali sarebbero state imposte come penitenze durante i giochi organizzati dall’educatore. Da lì sono emerse le testimonianze di altri tre ragazzini e, secondo quanto scrive il Corriere della Sera, anche di un sacerdote che aveva raccolto la confessione di una delle presunte vittime e, di conseguenza, allontanato Bovi dalla parrocchia.

Le indagini sono ancora in corso. Bovi, intanto, resta ai domiciliari.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail