Donna trovata morta a Torino: è omicidio?

La 79enne, morta a Rivoli il 29 dicembre, presenta segni di strangolamento


Svolta nelle indagini sulla morte di Cesarina Rinaldi, la 79enne trovata morta in casa lo scorso 29 dicembre. Quella che inizialmente era stata archiviata come morte naturale, anche se tra molti dubbi, potrebbe essere invece un omicidio, dopo che ulteriori analisi hanno rilevato dei segni sospetti sul collo della donna. Secondo il medico legale, la morte potrebbe essere stata dovuta a strangolamento, ed è per questo che i Carabinieri hanno aperto un'indagine.

Inizialmente sia i familiari della donna, sia i primi soccorritori, non avevano avuto dubbi sulle cause della morte, vista l'età avanzata di Cesarina, ma i segni sul collo non sono passati inosservati al medico legale, che ha ritenuto necessario svolgere un supplemento di analisi, fino a disporre l'autopsia. La donna potrebbe essere morta per asfissia, e ora toccherà ai Carabinieri indagare sui possibili moventi e sui sospettati.

Il caso risale allo scorso 29 dicembre, quando i familiari della donna, non avendo più sue notizie, erano entrati in casa e l'avevano trovata morta. Era subito stato chiamato il medico e inizialmente non c'erano stati dubbi sulle cause naturali del decesso. Il medico legale ha poi notato i segni sospetti allertando gli investigatori. Ora non resta che attendere il risultato dell'autopsia disposta dal pm Antonio Rinaudo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail