Catania, droga: 47 arresti per spaccio a San Giovanni Galermo

L'organizzazione sgominata agiva all'ombra di Cosa nostra.


    Aggiornamento 12.21 - Secondo gli investigatori l’organizzazione smantellata con gli arresti odierni poteva contare su incassi da 15-20mila euro al giorno per un giro d'affari annuo pari a circa sei milioni di euro. Tutti i membri della banda avevano orari e compiti ben precisi, come se facessero parte di un’azienda: vedette, spacciatori, cassieri, addetti al trasporto, fino ad arrivare ai coordinatori delle varie attività finalizzate alla vendita della droga. L'operazione è stata denominata "Leo" dal nome di un cane che controllava l'ingresso di una casa in cui si spacciava. Le indagini sono state coordinate dal procuratore capo di Catania Giovanni Salvi, 44 le persone arrestate in flagranza di reato.

Maxi operazione antidroga a Catania: sono 47 gli arresti effettuati questa mattina dai carabinieri del comando provinciale che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip su richiesta della locale procura antimafia.

Gli arrestati devono rispondere dell’accusa di spaccio di stupefacenti nel rione San Giovanni Galermo di Catania, trasformato nella piazza di spaccio più redditizia del capoluogo, un vero supermarket della droga.

Le ipotesi di reato a carico degli indagati sono, a vario titolo, associazione per delinquere, traffico di cocaina e marijuana aggravati dall'aver favorito clan mafiosi catanesi.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail