Germania, 36enne uccide i suoi 4 figli e tenta il suicidio

Orrore ad Ilsede, piccolo comune della Bassa Sassonia, in Germania, dove quattro fratellini di età compresa tra i 5 e 12 anni sono stati trovati morti nell'abitazione di famiglia, uccisi a coltellate dal padre, un uomo di 36 anni che ha poi tentato il suicidio ed è attualmente ricoverato in ospedale in pericolo di vita.

A dare l'allarme è stata la madre dei bimbi, che al momento della tragedia si trovava in vacanza: nella tarda serata di ieri ha ricevuto un sms dal marito, "non c'è altra soluzione, non è questo il modo di vivere coi bambini", e pensando al peggio ha subito allertato le autorità.

Troppo tardi. Quando gli agenti sono giunti sul posto il peggio era già successo: i quattro figli - tre bimbi tra i 5, 7 e 9 anni e una bambina di 12 - erano già morti e il 36enne era in fin di vita. Accanto a loro un biglietto d'addio, con la richiesta dell'uomo di poter essere sepolto insieme ai figli.

All'origine del folle gesto, sostengono le autorità, ci sarebbero i problemi che la coppia di coniugi stava affrontando da tempo: la separazione era ormai prossima e l'uomo non riusciva ad accettare la fine del suo matrimonio. Da qui la decisione di farla finita, portando con sé i quattro figli.

Mentre lui è lotta tra la vita e la morte, piantonato dagli agenti di polizia, già oggi verranno effettuati gli esami autoptici sui cadavere dei quattro bimbi, che servirà a chiarire le cause del decesso.

Le indagini e i rilievi sulla scena del crimine continuano.

Foto | Spiegel Online
Via | Stern

  • shares
  • Mail