‘Ndrangheta, 10 arresti tra Reggio Calabria e Milano

I militari hanno scoperto anche l’esistenza di un circuito economico illecito i cui introiti erano destinati ai vertici dell’organizzazione.


Operazione contro la ’ndrangheta tra Milano e Reggio Calabria, un importante lavoro svolto dalla Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo lombardo che ha permesso di accertare l’infiltrazione dell’organizzazione criminale in vari settori, dallo spaccio di sostanze stupefacenti ai servizi di sicurezza in alcuni locali milanesi, passando per le estorsioni.

A finire in manette nel corso dell’operazione denominata Platino, a cui ha collaborato anche la Guardia di Finanza, sono state dieci persone, tutte appartenenti a delle cosche ‘ndranghetiste originarie della provincia di Reggio Calabria e da anni attivi sul territorio milanese.

L’indagine, fanno sapere gli inquirenti, ha permesso di documentare

l’efficace meccanismo di controllo dei servizi di sicurezza di alcune discoteche milanesi, la consolidata procedura di ‘recupero crediti’, fondata sull’estorsione condotta con il metodo mafioso e il tradizionale canale di approvvigionamento economico derivante dal traffico illecito di stupefacenti.

I militari hanno scoperto anche l’esistenza di un circuito economico illecito i cui introiti erano destinati ai vertici dell’organizzazione, tutti già in carcere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail