Benevento, Nunziatina Perna fatta a pezzi: il nipote ha confessato

Ci sono volute poche ore per risolvere il giallo sulla morte di Nunziatina Perna, l'anziana di 87 fatta a pezzi e ritrovata mercoledì mattina nella sua abitazione di Benevento, a circa un mese di distanza dal suo decesso. Ad occultare il cadavere è stato uno dei nipoti della donna, il 43enne Carmine M., che ha già ammesso le sue responsabilità.

L'uomo, interrogato ieri della autorità, è crollato ed ha confessato di essersi occupato di fare a pezzi e nascondere il corpo nel tentativo di continuare ad incassare la pensione della zia, a suo dire deceduta per cause naturali.

Lui, secondo quanto ricostruito, frequentava regolarmente l'abitazione della zia ed ha continuato a farlo anche dopo l'occultamento del cadavere, riuscendo così a non far insospettire i vicini di casa e continuando a riscuotere la pensione per conto della donna.

La natura, però, ha fatto il suo corso e i cattivi odori in arrivo dall'appartamento hanno fatto insospettire i condomini del palazzo, che mercoledì hanno dato all'allarme e fatto scoprire i tre sacchi di plastica contenenti i resti della donna.

Il 43enne, in difficoltà economiche e con un lavoro saltuario, è stato denunciato per occultamento di cadavere e truffa ai danni dell'Inps. Oggi è in programma l'autopsia sui resti dell'anziana, che dovrà servire a chiarire le cause del decesso e, nel caso di morte naturale, confermare le accuse contestate al nipote.

Via | Il Messaggero

  • shares
  • Mail