Concessi i domiciliari a Bruno Contrada

bruno contrada domiciliari

Ne avevamo parlato giusto ieri di Bruno Contrada, e della richiesta del pg Ugo Ricciardi di concedergli i domiciliari: ora la notizia, arrivata in questi minuti, conferma quanto ipotizzato ieri è stata concessa

"Il Tribunale di sorveglianza di Napoli si è pronunciato a favore della scarcerazione di Bruno Contrada", ha annunciato, a inizio seduta dell’aula della Camera, il deputato del Pdl, Amedeo Laboccetta, sottolineando come "finalmente si è concluso il calvario".

Ieri il sostituto procuratore generale di Napoli Ugo Ricciardi aveva espresso parere favorevole all’istanza di scarcerazione presentata dal suo avvocato per l’ex dirigente del Sisde Bruno Contrada avanzata dall’avvocato Giuseppe Lipera per motivi di salute


Bruno Contrada era detenuto nel carcere di Santa Maria Capua a Vetere dall'undici maggio del 2007, dovendo finire di scontare una condanna a dieci anni: l'accusa grave, era di associazione mafiosa. Avrebbe aiutato la fuga di persona gi di primo piano di Cosa Nostra. La revisione del processo è ancora pendente in cassazione.

Foto | Il Giornale

  • shares
  • Mail