Giallo ad Aosta: scomparsa insegnante di 43 anni

Christiane Seganfreddo è scomparsa di casa il 30 dicembre secondo quanto denunciato dal compagno. L'ultima traccia dal suo cellulare. La questura: "Si è allontanata in circostanze che ci fanno molto preoccupare".

Mistero ad Aosta per la scomparsa di Christiane Seganfreddo, insegnante di scuola media di 43 anni, della quale da 3 giorni non si hanno più notizie.

A denunciare la scomparsa della donna, madre di un bimbo di due anni, è stato il compagno, nella mattinata del 30 dicembre. Secondo quanto raccontato dall’uomo, al suo risveglio Christiane non era di fianco a lui nel letto e in nessun’altra stanza della casa. Sparita nel nulla.

Le ricerche di polizia, vigili del fuoco e protezione civile inizialmente si erano concentrate tra il centro di Aosta e la collina, nella zona in cui il segnale del telefono cellulare della donna è stato rilevato per l’ultima volta, intorno alle 5.00 del mattino del giorno della scomparsa. L'insegnante secondo le celle telefoniche "agganciate" dal suo telefonino si sarebbe diretta da via Pomis, nella zona di piazza Plouves, verso regione Saumont, nella immediate vicinanze del torrente Buthier.

Nelle ultime ore le ricerche sono state estese all’intera regione. Le indagini sono condotte dalla questura di Aosta che sulla sua pagina Facebook ha chiesto l’aiuto dei cittadini, diffondendo la foto della Seganfreddo, alta 1.65, di corporatura media, che indosserebbe un giaccone nero (marca North Face), jeans e stivali dello stesso colore.

  • shares
  • Mail