Bari, trovata morta Francesca Milano: fermato l’amante Nunzio Proscia

L’uomo ha confessato di aver strangolato Francesca Milano, separata e con due figlie, e di aver essersi liberato del corpo.


Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di Francesca Milano, la donna di 42 anni scomparsa da Gioia del Colle, in provincia di Bari, la sera del 26 dicembre.

Il corpo senza vita della donna, strangolata a morte, è stato rinvenuto nella notte nelle campagne di Putignano grazie alle rivelazioni di Nunzio Proscia, amante della donna, che nella serata di ieri è stato interrogato dagli inquirenti e ha ammesso le proprie responsabilità.

L’uomo ha confessato di aver strangolato Francesca Milano, separata e con due figlie, e di aver essersi liberato del corpo. Dopo l’ammissione di colpa, Proscia ha indicato agli inquirenti il luogo in cui aveva gettato il corpo, facendolo così ritrovare nella contrada Tafuri di Castellaneta.

L’autopsia, già disposta, servirà a confermare il racconto di Proscia e accertare le cause del decesso.

L’interrogatorio di Proscia si è svolto nella stazione dei carabinieri di Gioia Del Colle davanti al pm di Bari Francesco Bretone.

  • shares
  • Mail