Delitto di Perugia, in vendita la villetta in cui fu uccisa Meredith Kercher

L’appartamento in cui Meredith Kercher fu uccisa è libero, mentre quello inferiore è occupato da una famiglia di stranieri.


I proprietari della villetta di via della Pergola a Perugia in cui sei anni fa fu uccisa la studentessa Meredith Kercher stanno cercando di tagliare i ponti col passato e di dare nuova vita a quel complesso abitativo a due passi dall’Università.

Da qualche ora in quella villetta è comparso il cartello che segnala la messa in vendita dell’intero complesso da parte di un’agenzia specializzata che, sul proprio sito, fornisce qualche dettaglio in più:

Caratteristico complesso composto da due unità immobiliari indipendenti con possibilità di recupero cubatura e realizzo di una terza unità, con annessi 5 mila metri quadri di terreno ed una corte pertinenziale esclusiva capace di ospitare sette posti auto. In ottime condizioni.

A lungo affittata subito dopo il dissequestro da parte delle autorità, ora la villetta è occupata soltanto in parte: l’appartamento in cui Meredith Kercher fu uccisa è libero, mentre quello inferiore è occupato da una famiglia di stranieri.

La villetta è tornata a occupare le prime pagine dei quotidiani italiani quando, il 24 novembre scorso, una famiglia marocchina di 8 persone era rimasta intossicata dal monossido di carbonio.

L’intero complesso, di circa 150 metri quadrati, è in vendita a 460 mila euro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail