Le mani dei Casalesi sulla Lazio: e Giorgione Chinaglia resta negli Usa

Il clan dei Casalesi voleva comprarsi la Lazio - qui sopra il servizio del Tg3 vi spiega tutto. Pessimo acquisto direte voi: dipende dai punti di vista. Ma ci va di mezzo anche Giorgione Chinaglia, che naturalmente, dagli Usa, smentisce ogni addebito:

Vuole dire che non conosceva nessuno dei Casalesi?
«Assolutamente no, non sapevo chi fosse l'investitore. Avevo contatti soltanto con Di Cosimo. Non ho fatto niente, ho sempre agito in buona fede e per il bene della Lazio. Ribadisco quanto detto in passato: non ho guadagnato un soldo da questa vicenda. Sono stato contattato per comprare il club e ho solo fatto da tramite. Che tristezza tutta questa storia con arresti e accuse, a mio avviso completamente infondate»

Crediamogli: ma chi è questo Di Cosimo che Giorgione ammette di avere incontrato, o quantomeno conosciuto? Uno dei capi degli Irriducibili, gruppo ultrà biancoceleste i cui componenti pubblicano su youtube video come quello che potete vedere dopo il salto, in un tripudio di mentalità ultras - che ci può stare - di croci celtiche e idoli discutibili come Arkan - che ci stanno un pò meno - e di saluti romani di Di Canio in curva che ci stanno ancora meno.

  • shares
  • Mail